La Fondazione Ado Furlan è stata istituita con lo scopo di promuovere la conoscenza dell’opera dello scultore Ado Furlan (Pordenone 1905-Udine 1971), della scultura antica, moderna, contemporanea e delle arti visive in genere.

Attiva come associazione dal 1992, è stata riconosciuta come soggetto giuridico con D.P.Reg. n. 65, pubblicato sul n. 13 del Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, in data 31 marzo 2004.

Ai sensi dell’art. 3 del suo statuto, il patrimonio della Fondazione, costituito dai beni descritti nell’atto di costituzione della Fondazione stessa, “potrà venire aumentato con oblazioni, donazioni, legati ed erogazioni di quanti abbiano desiderio ed amore al potenziamento della benefica istituzione”.

Dall’avvio della sua attività ad oggi, la Fondazione ha organizzato, nelle sedi di Spilimbergo (PN), Pordenone e Rosazzo (UD), numerose mostre dedicate sia all’arte antica sia alle maggiori espressioni dell’arte contemporanea, italiana e straniera, con particolare riguardo alla scultura.

Nel 2005 ha collaborato con vari enti e istituzioni (Comune di Pordenone, Provincia di Pordenone e Centro Iniziative Culturali Pordenone) alle celebrazioni per il centenario della nascita di Ado Furlan.

Nel 2005 ha collaborato con vari enti e istituzioni (Comune di Pordenone, Provincia di Pordenone e Centro Iniziative Culturali Pordenone) alle celebrazioni per il centenario della nascita di Ado Furlan. Precedute da un convegno di studio, organizzato nel 2004 dal Dipartimento di Storia e tutela dei beni culturali dell’Università di Udine, tali celebrazioni si sono concretizzate in tre importanti rassegne dedicate all’opera dello scultore e ai rapporti con gli ambienti artistici veneto e romano.

Nel 2008 ha sottoscritto un accordo di collaborazione scientifica con l’Università di Udine per la realizzazione di mostre, convegni e iniziative editoriali in sintonia con le finalità previste dallo statuto.

Dal 2011 usufruisce di spazi espositivi permanenti in palazzo Tadea a Spilimbergo, resi disponibili dal Comune.

Il castello

di Spilimbergo

Il Castello si presenta oggi come un agglomerato di residenze signorili, disposte ad anello attorno all’ampia corte centrale, ed è circondato per metà da un profondo fossato, mentre per il resto è a picco su una scarpata del Tagliamento.

Sede legale

Spilimbergo

Piazza Castello, 5
33097 Spilimbergo (PN)
Tel. 0427 942895

Organi

Consiglio di amministrazione

Caterina FurlanPresidente

Caterina Furlan, già Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Udine e professore ordinario di Storia dell’arte moderna presso la medesima Università, dal 2014 è presidente della Fondazione Ado Furlan. Studiosa di arte del Rinascimento e dei rapporti tra la cultura figurativa di Venezia e Roma – con particolare riguardo alle figure del Pordenone e d Giovanni da Udine – si è occupata anche di storiografia artistica e di collezionismo.
Dal 1999 al 2002 ha diretto il Centro regionale di catalogazione e restauro (Passariano, Villa Manin) e dal 2008 al 2013 la Scuola di Specializzazione in Storia dell’arte dell’Università di Udine.

Giulia CauzzoSegretario

Giulia Cauzzo ha compiuto gli studi universitari a Padova, dove si è laureata in Giurisprudenza nel 1996. Contemporaneamente si è diplomata in violino presso il conservatorio di musica Cesare Pollini. Interessata a problemi di carattere giuridico-economico, svolge la sua attività lavorativa presso l’Agenzia delle Entrate di Padova.

Marco Scaini

Marco Scaini ha studiato a Milano, dove ha seguito i corsi della Facoltà di Giurisprudenza. Dopo aver lavorato a lungo presso il «Corriere della Sera», dal 2001 si è trasferito a Spilimbergo. Esperto di problemi latino-americani, ha compiuto numerosi viaggi in Sud America e in varie altre parti del mondo.

Vittorio Pierini

Vittorio Pierini, architetto,  dopo essersi laureato allo IUAV (1990), ha collaborato per alcuni anni con lo studio dell’arch. Gianluigi Furlan. A partire dal 1997 ha fondato, insieme con l’arch. Ado Furlan (scomparso nel 2015), lo studio di architettura furlan&pierini chetrasformatosi successivamente in plbstudio – opera principalmente nell’ambito della progettazione alle varie scale (dall’arredo al progetto urbano). Attualmente è presidente dell’ordine degli Architetti PPC della provincia di Pordenone.

Enrico SarcinelliSindaco di Spilimbergo

Spilimberghese, dopo la maturità classica al Liceo Stellini di Udine si è laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Bologna, abilitandosi poi alla professione di avvocato.
Già assessore e vicesindaco del Comune di Spilimbergo, nel 2018 è stato eletto sindaco, succedendo nella carica a Renzo Francesconi.

Alessandra SantinComune di Pordenone

Attiva nell’ambito della Fondazione Giovanni Santin Onlus, è cultore di Pedagogia presso le Università di Padova (Scienze Psicologiche e Scienze della Formazione) e di Trieste (Scienze Sociali).
Ha al suo attivo numerose pubblicazioni sulla comunicazione non verbale, Il linguaggio dell’arte, il dialogo intergenerazionale e la formazione di genere femminile e della terza età. Interessata anche all’arte arte contemporanea, ha tracciato il profilo di numerosi artisti e curato diversi cataloghi di mostre.

Andrea ZanniniUniversità degli Studi di Udine

Professore ordinario di Storia moderna e attuale direttore del Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale dell’Università degli Studi di Udine, si occupa principalmente di storia economica e sociale della Repubblica di Venezia, di demografia storica e di storia della Resistenza.

Comitato direttivo

Caterina FurlanPresidente

Caterina Furlan, già Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Udine e professore ordinario di Storia dell’arte moderna presso la medesima Università, dal 2014 è presidente della Fondazione Ado Furlan. Studiosa di arte del Rinascimento e dei rapporti tra la cultura figurativa di Venezia e Roma – con particolare riguardo alle figure del Pordenone e d Giovanni da Udine – si è occupata anche di storiografia artistica e di collezionismo.
Dal 1999 al 2002 ha diretto il Centro regionale di catalogazione e restauro (Passariano, Villa Manin) e dal 2008 al 2013 la Scuola di Specializzazione in Storia dell’arte dell’Università di Udine.

Annalisa Avon

Annalisa Avon, architetto e dottore di ricerca in Storia dell’architettura e dell’urbanistica (1997) e in Storia dell’arte (2010), vive e lavora a Pordenone. Specialista di architettura moderna e contemporanea, ha dedicato diversi studi anche all’architettura francese del Seicento.
Già collaboratrice delle riviste «Casabella» e «Domus», ha partecipato a seminari e svolto conferenze presso vari enti e istituzioni. Per la Fondazione Ado Furlan ha curato la mostra su Cesare Scoccimarro (2013) e la pubblicazioni degli atti del convegno di studio a lui dedicato (2014).

Vittorio Pierini

Vittorio Pierini, architetto,  dopo essersi laureato allo IUAV (1990), ha collaborato per alcuni anni con lo studio dell’arch. Gianluigi Furlan. A partire dal 1997 ha fondato, insieme con l’arch. Ado Furlan (scomparso nel 2015), lo studio di architettura furlan&pierini, che opera principalmente nell’ambito della progettazione alle varie scale .(dall’arredo al progetto urbano). Attualmente è presidente dell’ordine degli Architetti PPC della provincia di Pordenone.

Spazi espositivi

Castello di Spilimbergo

Piazza Castello, 4 – 33097 Spilimbergo
Tel. 0427 842895

Casa Furlan – Pordenone

Via Mazzini, 51-53 – 33170 Pordenone
Tel. e Fax 0434 208745